Rito del Lucernario per la I Domenica di Avvento, adattabile durante i Primi Vespri o con la Celebrazione Eucaristica

 

Primi Vespri

 

Il Rito del Lucernario, nella celebrazione dei Vespri, inizia con la processione d’ingresso, opportunamente accompagnata da un canto o da un brano d’organo. Le luci possono essere poche o soffuse. Uno dei ministri che procede verso l’altare porta una candela accesa. Giunto alla sede, il sacerdote dice:

 

  1. Il Signore sia con voi
  2. E con il tuo Spirito.

 

  1. Invochiamo la venuta di Cristo, Sole che sorge, perché illumini la nostra esistenza e ci sostenga nella ricerca del bene.

 

Viene accesa la prima delle quattro candele della Corona di Avvento. Dopo l’accensione della candela vengono accese le candele all’altare e le luci.

 

Durante l’accensione si canta:

 

Si accende una luce

 

S’accende una luce all’uomo quaggiù,

presto verrà tra noi Gesù.

Vegliate lo sposo non tarderà:

se siete pronti vi aprirà.

 

Lieti cantate: gloria al Signor! Nascerà il Redentor.

 

S’accende una luce all’uomo quaggiù,

presto verrà tra noi Gesù.

Pastori, adorate con umiltà,

Cristo che nasce in povertà.

 

Oppure

 

O luce gioiosa

 

O luce gioiosa,

Eterno Splendore del Padre,

Santo, Immortale Gesù Cristo.

 

       Giunti al tramonto del sole e vista la luce della sera

       lodiamo il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo Dio!

 

O luce gioiosa,

Eterno Splendore del Padre,

Santo, Immortale Gesù Cristo.

 

       Noi ti cantiamo Figlio di Dio generato da Maria:

       tu, che sei la Luce Eterna hai assunto la nostra carne.

 

O luce gioiosa,

Eterno Splendore del Padre,

Santo, Immortale Gesù Cristo.

 

 

 

Al termine dell’accensione il Presidente dice l’Orazione:

 

O Dio, luce vera ai nostri passi è la tua Parola,

gioia e pace ai nostri cuori;

fa’ che illuminati dal tuo Spirito

l’accogliamo con fede viva,

per scorgere nel buio delle vicende umane

i segni della tua presenza.

 

Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio che è Dio,

e vive e regna con te nell’unità dello Spirito Santo

per tutti i secoli dei secoli.

 

Amen.

 

Segue l’Inno dei Vespri.

 

Celebrazione Eucaristica

 

Se non si è svolto nella celebrazione dei Vespri, si può tenere il Rito del Lucernario dopo il saluto liturgico del Presidente della Celebrazione.

 

Monizione

 

Siamo invitati a vivere il tempo di Avvento nell’attesa gioiosa del Signore. La Parola illumini il nostro cammino e ci prepari ad accogliere il dono della salvezza.

 

  1. Ecco, viene il Signore a salvare il suo popolo,
  2. beati coloro che sono preparati all’incontro.

 

Un ministrante si avvicina con una candela alla corona di Avvento e accende la prima candela. Nel frattempo si esegue il canto proposto o un altro canto adatto.

 

Si accende una luce

 

S’accende una luce all’uomo quaggiù,

presto verrà tra noi Gesù.

Vegliate lo sposo non tarderà:

se siete pronti vi aprirà.

 

Lieti cantate: gloria al Signor! Nascerà il Redentor.

 

S’accende una luce all’uomo quaggiù,

presto verrà tra noi Gesù.

Pastori, adorate con umiltà,

Cristo che nasce in povertà.

 

Oppure

 

O luce gioiosa

 

O luce gioiosa,

Eterno Splendore del Padre,

Santo, Immortale Gesù Cristo.

 </