Visita a San Prisco in Nocera Inf.: La Visita di un “padre saggio”

//Visita a San Prisco in Nocera Inf.: La Visita di un “padre saggio”

Dal 15 al 20 gennaio il Vescovo si è fermato nella parrocchia della Cattedrale per la Visita Pastorale

La comunità guidata dal parroco monsignor Mimmo Cinque, con la presenza di don Vincenzo Spinelli, martedì 15 gennaio ha accolto il Vescovo con i bambini del catechismo, dell’ACR e le loro famiglie.

I piccoli hanno salutato il Pastore con la gioia e l’innocenza tipiche della loro età e il Vescovo si è intrattenuto con disponibilità paterna, rispondendo alle domande e accogliendo con simpatia anche le loro curiosità. Dopo ha presieduto la Santa Messa, che ha dato il via ai giorni di permanenza in parrocchia.

Il mercoledì monsignor Giuseppe Giudice ha visitato la scuola primaria Regina Mundi e quella dell’infanzia Picchio Rosso. Accertarsi delle istituzioni scolastiche di un territorio è il primo passo per sondarlo e conoscerlo, verificando i luoghi dove si formano gli individui e si gettano le fondamenta della cultura e della crescita personale. Ammalati e anziani hanno poi ricevuto particolare attenzione dal Vescovo, che si è reso disponibile ad ascoltare singolarmente i fedeli per un incontro personale.

La sua presenza non è mancata ai volontari della protezione civile e alle attività commerciali del Borgo: i ristoratori, la struttura commerciale Vendilo e quella sportiva Futsal Park. Monsignor Giudice ha visitato le famiglie di via San Prisco, dove sussistono numerosi casi di indigenza e problematiche sociali. C’è poi stato l’incontro con tutti i gruppi e i movimenti presenti in parrocchia, fino alla Celebrazione conclusiva di domenica 20 gennaio.

Nelle varie occasioni il Vescovo si è dimostrato padre saggio, che ha evidenziato le varie attività della comunità parrocchiale della Cattedrale. L’ha spronata a mettere sempre al centro del cammino di fede l’Eucaristia e la Messa domenicale, incontro primario con il Cristo da cui attingere forza e perseveranza per il quotidiano. Ha riconosciuto il compito non facile del parroco di una parrocchia che è anche Cattedrale e come tale deve essere modello ed esempio per le altre. Nel congedarsi il Vescovo ha sottolineato che la Parrocchia è la ricchezza di un territorio, che è casa di tutti, sintesi di infiniti carismi che non devono creare individualismi, ma ruotare concentricamente intorno a Gesù Cristo.

La mensa della Parola, dell’Eucaristia e della Famiglia sono i luoghi dove la comunità deve ritrovarsi per formarsi, gioire e continuare la crescita spirituale senza tralasciare l’amore verso i poveri e i piccoli.

La visita pastorale è stata momento di Grazia rigenerante per un territorio che ha vissuto la primaria evangelizzazione ad opera del Primo Vescovo Prisco.

Marilena De Angelis

By |2019-10-11T12:27:28+00:0011 Ottobre 2019|Racconto della Visita|0 Commenti