Saluto e ringraziamento di Mons. Giuseppe Giudice,
Vescovo di Nocera Inferiore-Sarno
 a Sua Em.za Rev.ma il Cardinale Angelo Amato
Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi
Celebrazione Eucaristica 22 ottobre 2016
Collegiata di San Giovanni Battista in Angri

Eminenza Reverendissima,

grazie per la sua presidenza, che onora la città di Angri, patria di Sant’Alfonso Maria Fusco, e la Diocesi di Nocera Inferiore – Sarno, terra evangelizzata da San Prisco.

Come Chiesa, lievito nella città, affidiamo a Lei il grazie per il Santo Padre Francesco che, iscrivendo Sant’Alfonso Maria Fusco nel libro dei Santi, ha voluto indicare ancora a noi la finalità della vita cristiana: saperci collocare nel capitolo V della Lumen Gentium, che ci addita la Universale vocazione alla santità nella Chiesa.

Il mio grazie raccoglie la gratitudine dei presbiteri, diaconi, seminaristi, religiosi e religiose, delle suore di San Giovanni Battista, figlie spirituali di Sant’Alfonso, di ogni battezzato e, mi sia consentito, specialmente dei poveri, ammalati ed esclusi.

Il mio saluto si fa accoglienza per tutti coloro che, a cominciare dagli Eccellentissimi Vescovi e rappresentanti della Cosa pubblica a tutti i livelli, hanno voluto condividere la nostra festa eucaristica, a cominciare da domenica nell’abbraccio del Bernini in Piazza San Pietro.

Riprendendo le parole dell’Apostolo a Timoteo, che risuonano in questa liturgia di lode, don Alfonso oggi potrebbe ripetere, e di fatto, con la sua vita santa, dice:

Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la mia corsa, ho conservato la fede.

Si, fidem servavi!

Ora che il Signore gli ha consegnato la corona di giustizia, e non solo a Lui, noi gli chiediamo di intercedere presso il cuore di Dio affinché abbondante scenda su di noi la pioggia della miseri