Editoriale del direttore Salvatore D’Angelo, dal nuovo numero di Insieme in distribuzione. Scuola, famiglia, politica: quale alleanza educativa per i nostri figli? 

di Salvatore D’Angelo

Un frame del video amatoriale che ha immortalato il raid punitivo messo a segno lo scorso 22 ottobre a Roccapiemonte.

Non so se avete letto il libro o visto il film La paranza dei bambini. Se non l’avete fatto, recuperateli. Lasciano un’amarezza, quasi uno spaesamento, una perdita di speranza, mitigati solo dal fatto – e nemmeno tanto – che si tratti di opere intellettuali. In questi casi entrambe portano la firma di Roberto Saviano.

Finzione artistica, ma fino ad un certo punto. Si ispirano a fatti realmente accaduti.
Sfogliando le pagine, scorrendo le immagini, vi imbatterete in alcune scene sempre più familiari. Forcella, Ponticelli, i Quartieri Spagnoli, Scampia sono anche qui, dietro l’angolo. Non solo nei tg o sui giornali. Nella nostra finta terra tranquilla, quegli episodi si ripetono tra i cortili dei centri storici e tra le palazzine dei quartieri popolari.

La droga nascosta nelle intercapedini delle scale, dietro le edicole votive, lo spinello passato a scuola, sono scene dei nostri giorni, dei nostri luoghi.

Non bisogna distogliere lo sguardo, far finta di nulla, quando il ragazzino prende in giro il compagno secchione; quando una bambina appassionata di libri viene schernita dalla coetanea. È necessario indignarsi quando si assiste a una spedizione punitiva di decine di adolescenti, come avvenuto qualche giorno