Premio Euanghelion

Quest’anno il vincitore LO SCEGLI TU!

Novità per la nona edizione del Premio Euanghelion. Saranno i lettori di Insieme e gli utenti della rete a scegliere il vincitore.
Tutti potranno esprimere il proprio parere, per una scelta il più possibile condivisa.
Sei esperienze che non rappresentano solo le singole persone, ma anche il lavoro portato avanti negli anni nel campo del giornalismo radiotelevisivo, della carta stampata, nelle aule accademiche, come nell’impegno associativo.
La commissione ha pensato di proporre le storie e i profili di Gianni Bianco del Tg3, Michele Brambilla de La Stampa, Vania De Luca di Rai News 24, Paolo Bustaffa già direttore del Sir, Dino Boffo direttore di Tv2000, Lucetta Scaraffia e Ritanna Armeni per il supplemento dell’Osservatore Romano “Donna, Chiesa, mondo” (vedi sotto per maggiori dettagli dei candidati)

COME SI VOTA
È possibile esprimere la propria preferenza cliccando “mi piace” sulla foto del candidato nell’evento su Facebook, oppure compilando il coupon che si trova sul numero di novembre della rivista Insieme e inviandolo via fax al numero 0815170466 oppure usando il modulo qui sotto.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

È possibile esprimere la propria preferenza entro il 18 dicembre 2013.

I NOSTRI CANDIDATI

Gianni BIancoGianni Bianco
Giornalista del Tg3, vice capo redattore della sezione Cronaca, è anche scrittore. Ha pubblicato per Città Nuova “In equilibrio precario”, sui contratti a termine e vite in bilico, e “La legalità del noi, le mafie si sconfiggono insieme”, firmato insieme al sostituto procuratore della DDA di Bari Giuseppe Gatti.
Paolo BustaffaPaolo Bustaffa
Giornalista e scrittore, è stato per oltre 25 anni direttore del Sir, la Società per l’Informazione Religiosa che aiuta a diffondere nel mondo le notizie della Chiesa italiana e non solo. Ha anche scritto alcuni saggi.
Vania De LucaVania De Luca
Giornalista Rai, è stata anche conduttrice di approfondimenti televisivi. Ora lavora in pianta stabile nella redazione del canale alla news Rai News 24 come vaticanista. È anche presidente della delegazione regionale UCSI del Lazio.
Dino BoffoDino Boffo
Giornalista, per 15 anni direttore di Avvenire, attualmente è il direttore di rete di TV2000, l’emittente della Cei che negli anni è andata affermandosi per autorevolezza e contenuti. È stato anche segretario generale dell’Azione Cattolica
Lucetta Scaraffia - Ritanna Armeni“Donna, Chiesa, mondo”
È un supplemento dell’Osservatore Romano curato da Lucetta Scaraffia e Ritanna Armeni. Quattro pagine interamente a colori, ideate con passione e gentile determinazione da alcune giornaliste, anche non cattoliche
Michele BrambillaMichele Brambilla
Giornalista di lungo corso, ha lavorato al Corriere della Sera,a Libero e a Il Giornale. Attualmente è inviato editorialista de La Stampa. Ha scritto diversi testi dedicati alla fede. Critico degli anni della contestazione, gli ha dedicato il saggio “Dieci anni di illusioni. Storia del Sessantotto”.

Le passate edizioni del Premio Euanghelion

La parola Euanghelion significa Buona Notizia e sintetizza a pieno lo spirito del premio: desideriamo che la comunicazione sia una buona notizia. Per questo motivo vengono premiati testimoni dell’annuncio autentico, coloro i quali trasferiscono nel quotidiano il Vangelo e gli insegnamenti della Chiesa.

Nel 2006 a ricevere l’Angelo argenteo fu mons. Mario Vassalluzzo, vicario generale della Diocesi nocerina, intraprendente uomo di Dio, giornalista e scrittore che ha aperto la Chiesa di Nocera-Sarno al mondo delle comunicazioni, curando per anni interventi sul quotidiano Avvenire e occupandosi, ancora oggi, del Bollettino Diocesano.

Nel 2007 è stato premiato il giornalista Massimo Milone, presidente dell’UCSI, Unione Cattolica Stampa Italiana, e Caporedattore del TgR Campania, per aver tenuto fede ai valori cattolici nel compiere la missione di giornalista. Milone per oltre 25 anni è stato corrispondente da Napoli del quotidiano Avvenire. È fondatore, tra l’altro, del periodico della Cisl Lavoro nel Sud e collaboratore del settimanale della Diocesi di Napoli Nuova Stagione. Una menzione speciale fu data al presidente dell’AIART Luca Borgomeo.

Nel 2007, in occasione della consegna dei premi, è stato anche realizzato un monitoraggio della stampa locale, grazie ai ragazzi del Servizio Civile, con il quale è stata analizzata l’attenzione che viene riservata dai media salernitani e campani alle notizie ecclesiali, a quelle che hanno al centro la famiglia e alla cronaca. Nella stessa serata fu anche firmato un Protocollo d’intesa tra la Chiesa di Nocera – Sarno ed i direttori dei quotidiani, delle emittenti televisive e radiofoniche locali, controfirmato dall’AIART, con il quale ci si impegnava a tenere un comportamento di rispetto e attenzione verso i minori e le famiglie.

Nel 2008 il premio è stato attribuito ad Angelo Scelzo, Sottosegretario del Pontificio Consiglio per le Comunicazioni sociali. Angelo Scelzo, salernitano, durante il Giubileo dell’Anno 2000 ha guidato l’Ufficio Comunicazione e Documentazione del Comitato Centrale. Giornalista professionista, ha svolto la sua intensa attività sempre nell’ambito della stampa cattolica.. Menzione speciale, invece, per don Giorgio Zucchelli, presidente della FISC.

Nel 2009 il riconoscimento è stato consegnato a S.E. Cardinale Crescenzio Sepe e a Riccardo Bonacina. Quest’ultimo, già caporedattore di Studio Aperto, ha dedicato la sua professione all’analisi e all’approfondimento delle tematiche del sociale. Attualmente, Bonacina presiede VITA non profit Content Company, leader in Italia e in Europa, da 14 anni, per l’informazione sul non profit.

L’Arcivescovo Metropolita di Napoli, Sua Eminenza il Cardinale Crescenzio Sepe, di cui tutti conosciamo le abilità comunicative, fu premiato per il libro “Non rubate la Speranza” con il quale ha testimoniato la voglia di riscatto del capoluogo partenopeo e della Campania, restituendo l’immagine di una Napoli piena di risorse e di fiducia nell’“altro”.

Nel 2010 il Premio Euanghelion è stato assegnato alla memoria della fondatrice del Movimento dei Focolari, Chiara Lubich, per il grande impegno che i focolarini hanno profuso e profondono nelle comunicazioni sociali. Chiara Lubich si è servita tantissimo dei media per comunicare l’Ideale e favorire l’unità. Cinquant’anni fa la fondatrice ha creduto, per esempio, in un foglietto, oggi rivista diffusa in tutto il mondo: Città Nuova. Da lì è stato tutto un crescendo: i collegamenti via satellite per gli incontri mondiali, le dirette web, i siti internet, i centri audiovisivi Santa Chiara, il Sif, le varie riviste.

Un altro riconoscimento è stato assegnato al giornalista di Avvenire Giovanni Ruggiero per aver comunicato in una maniera speciale l’esperienza della malattia nel libro “Abbiamo vinto. Insieme” (ed. Il Messaggero) scritto con il medico Antonio Ascione.

Nel 2011 il Premio Euanghelion ha visto protagonisti tre realtà. Per il settore televisivo è stata premiata la trasmissione A Sua immagine di Rai 1. A ritirare l’angelo d’argento è stato il conduttore Rosario Carello. Per l’informazione quotidiana è stata premiata l’editorialista di Avvenire Marina Corradi, mentre per l’informazione periodica il riconoscimento è andato al bimestrale Punto Famiglia.

Nel 2012 Luigi Accattoli, blogger ed editorialista del Corriere della Sera, e Franca Zambonini, giornalista di Famiglia Cristiana, hanno ricevuto il Premio dalle mani del Vescovo Giuseppe Giudice in una serata di confronto e testimonianza. Il premio è stato accompagnato, come di consueto, dal concorso scolastico che in questa occasione aveva come tema “Comunicare la tradizione”.

Nell’edizione del 2013 sono stati premiati Mariapia Bonanate, giornalista e scrittrice, e Padre Ugo Sartorio, direttore Messaggero di sant’Antonio.